Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.  Informativa Cookies

Home

Lutto perinatale: come prendersi cura del dolore

Sabato 22 ottobre si è tenuto il seminario "Oltre il silenzio. Il sostegno psicologico e psicosociale nel lutto perinatale" tenuto da Claudia Ravaldi e Alfredo Vannacci, fondatori dell'Associazione CiaoLapo Onlus.

 

La perdita di un figlio in gravidanza o al momento del parto è un evento purtroppo piuttosto frequente; in Italia il lutto perinatale colpisce circa una gravidanza su sei.

È un lutto composito perché connotato non solo da vissuti personali, relazionali e familiari bensì da più aspetti che si intrecciano: il forte impatto emotivo di sofferenza e dolore, i processi fisiologici e corporei, il background psicosociale e culturale, il contesto di appartenenza. Pregiudizi e stereotipi  incidono spesso sulle parole usate da chi crede in quel momento di dare conforto e sollievo. Sono parole che diventano pertanto inappropriate; feriscono minando così il naturale processo di elaborazione del lutto.

Come afferma Claudia Ravaldi fornire un supporto adeguato diviene di fondamentale importanza sia nel momento stesso della diagnosi che nei momenti immediatamente successivi. Sarà indispensabile la costruzione di una rete multidisciplinare sul proprio territorio capace di prendere in carico, sostenere ed accompagnare la donna, la coppia e la famiglia in ogni tappa di questo percorso fino all'elaborazione del lutto ed al ripristino di un nuovo equilibrio psicofisico, emotivo ed esistenziale. Citando la stessa Claudia Ravaldi: “Non è possibile curare la morte ma è possibile prendersi cura del dolore che resta”.  

(Barbara Donadoni)